Le pagelle

Fidelis Andria - Catania 0-2: le pagelle

Prestazione sottotono contro un avversario di livello.

Antonio Ventola
05.02.2018 12:00

Foto di Marino D'Azzeo / TuttoFidelis.it

La Fidelis cade contro il Catania al termine di una prestazione ai limiti della sufficienza contro un avversario comunque sia di livello. Non era una partita da vincere, ma da cercare di non perdere: buona intensità nella prima frazione, male nella seconda, viziata anche dall'espulsione di Esposito. Di seguito le pagelle della gara firmate dalla nostra redazione. 

Cilli 6. Quasi del tutto impotente sui due goal. Qualche buona uscita e qualche buon disimpegno in situazioni complicate. Partita discreta. 

Celli 5. Difficile dargli la sufficienza, anche perché sbaglia la copertura sul cross che ha portato al primo goal del Catania. Non sono mancati i buoni interventi, ma c'è da migliorare. Ricordiamo però che stiamo parlando sempre di un giovanissimo difensore. 

Quinto 5. Brutta partita per lui. Oggi sono venuti fuori tutti i suoi limiti da difensore, dato che contro aveva due attaccanti di un certo livello. E' mancato anche nel suo solito ottimo lavoro, vedi l'errore che stava per provocare anticipatamente il raddoppio catanese (deve ringraziare Curiale). 

Tiritiello 5.5. E' vero, si fa scavalcare sul goal di Mazzarani (anche se in fuorigioco), ma sul gioco aereo è il migliore degli azzurri. La posizione nel tridente difensivo gli impedisce di spingere e molte volte è protagonista di disimpegni imprecisi. Per sua fortuna difficilmente dovrebbe essere riconfermato nella difesa a tre, dato che dovrebbe tornare a ricoprire il ruolo di quinto a centrocampo che gli è più congeniale. 

Di Cosmo 6. L'intervento sballato che produce il goal di Ripa è l'unico difetto della sua solita prestazione diligente. Leonardo si conferma una garanzia sulla fascia. Ora però c'è da fare un salto a livello di coraggio ed intraprendenza. (Longo 5.5. Ancora una volta viene buttato nella mischia in un momento difficile e dà l'impressione di essere un pesce fuor d'acqua. Ci sarà modo di valutarlo al meglio in futuro). 

Piccinni 5.5. Non la migliore partita del capitano. Buona sino all'espulsione di Esposito: dopo il doppio lavoro lo porta ad errori probabilmente dovuti alla scarsa lucidità. (Scalera s.v.)

Matera 6. La sufficienza è figlia dell'agonismo messo in campo. Soliti errori in fase di impostazione, ma molte volte è lui ad arrivar prima sulle seconde palle. Da migliorare le scelte in fase di transizione. 

Esposito 4.5. Match non a livello dei suoi standard. L'espulsione è probabilmente esagerata, ma è figlia di una gara che lo ha visto impreciso su tutta la linea. Cross non da lui e scorribande con il freno a mano tirato. Avrà certamente modo di rifarsi. 

Lobosco 6. Quasi mai in errore. Buona la prima da titolare, ma paga la prestazione non eccelsa della squadra. (Lancini 5.5. Stessa cosa di Longo. Il suo esordio è condizionato da un momento di gara complicato)

Lattanzio 5.5. Difficile combattere contro una difesa imponente come quella del Catania. Prova qualche conclusione, ma sono perlopiù tiri velleitari. (Taurino 6. Solito scorcio di gara per lui. Da premiare la sua intraprendenza a tentare qualche assolo a centrocampo a tagliare il campo: con una squadra più lucida a supporto sarebbe potuto risultare importante). 

Croce 5.5. Non gli si può negare qualche buono spunto per favorire i suoi compagni, ma gioca spesso lontano dalla porta e fallisce l'occasione del possibile 1-0 andriese ad inizio secondo tempo. Questa volta non si guadagna gli applausi del Degli Ulivi. (Scaringella 6. Come sempre buttato nella mischia nel finale: cerca di fare il suo, ma ormai la partita è andata. Sufficienza guadagnata solo per il grande impegno nonostante il risultato). 

(Video) Catania, mister Lucarelli: "Sapevamo che sarebbe venuta fuori la nostra qualità. La Fidelis mi è piaciuta..."
Fidelis, oggi la ripresa. Da valutare le condizioni di Maurantonio