Primo Piano

Le ultime, Reggina Tulissi titolare, si torna al 4-3-1-2. Fidelis, dubbi in difesa. In attacco si punta su Lattanzio

Diverse defezioni da ambo le parti. Gli azzurri confermeranno il 4-3-3.

Nicola Massaro
13.10.2017 18:00

Foto di Emmanuele Mastrodonato / TuttoFidelis.it

La Reggina, in vista della sfida interna contro la Fidelis Andria, non potrà contare sui trequartisti Sergio Garufi, infortunato, e Lorenzo Di Livio, squalificato. Partiranno, salvo colpi di scena, dalla panchina l’altro attaccante Andrea Bianchimano, non al meglio dal punto di vista fisico dopo uno stop a causa di problemi muscolari, e Jacopo Sciamanna, recuperato. Il tecnico Agenore Maurizi, dopo aver affrontato l’ostico Trapani con il 3-5-1-1, opterà dal punto di vista tattico nuovamente sul 4-3-1-2. La retroguardia sarà composta da Giorgio Laezza, Nicolas Di Filippo, Riccardo Gatti e Mattias Solerio. Panchina per Danilo Pasqualoni. Sulla mediana dovrebbe essere inserito Antonio Porcino, mentre nel reparto offensivo Tiziano Tulissi comporrà il tandem assieme a Claudio Sparacello.

La Fidelis Andria, invece, non potrà contare sullo stopper lungodegente Danilo Colella, sul compagno di reparto Andrea Tiritiello e sull'esterno Enis Nadarević, non al meglio. Recuperato in extremis Antonio Croce: l'attaccante partirà dalla panchina. Mister Valeriano Loseto confermerà il 4-3-3 dal punto di vista tattico. In difesa si va verso la conferma, nella zona centrale, di Ionut Rada e Jimmi Allegrini, quest’ultimo in vantaggio su Alessandro Celli. Tutto invariato sulla mediana rispetto all'ultima sfida, mentre nel reparto offensivo l’allenatore potrebbe spostare come punta Riccardo Lattanzio, lasciando Michele Scaringella in panca, ed affiancargli Manèl Minicucci e Marks Barisic. In caso contrario la punta ex Corato scenderebbe in campo dal primo minuto, andando a sostituire l'esterno italospagnolo che si accomoderebbe in panchina. 

Reggina, mister Maurizi: "Affronteremo una Fidelis che non propone gioco. In palio tre punti importanti"
Il quadro della 9a giornata: sabato sera con il derby siciliano