Primo Piano

LIVE Fidelis Andria - Juve Stabia 3-3: federiciani e campani si dividono la posta in palio. Rivivi il match

Match ricco di sorprese con le due squadre che hanno battagliato fino all'ultimo.

Nicola Massaro
26.08.2017 20:00

Foto di Gianluca Albore - Fidelis Andria

Pari e patta con ben 3 reti per parte nell’esordio in campionato per Fidelis Andria e Juve Stabia. Le due compagini, di scena al Degli Ulivi, si dividono la posta in palio in un match tutt’altro che scontato che vede inizialmente passare in vantaggio i padroni di casa con Scaringella. Successivamente gli ospiti reagiscono con un penalty siglato da Paponi e raddoppiano con una rete dello stesso numero 10. Ad inizio ripresa i federiciani trovano il 2-2 con Barisic, ma Mastalli, dopo l'espulsione del suo compagno di squadra Viola, riporta i suoi sopra di una marcatura. Allo scadere, poi, Minicucci fissa il risultato sul 3-3.

Sorprese nella formazione iniziale dei padroni di casa. Gli azzurri si schierano in campo con il 4-2-4. Out il centrocampista Esposito, squalificato, il difensore Colella, infortunato, e l’attaccante Nadarević. Il tecnico Loseto deve fare a meno anche del play Quinto per un virus intestinale e per tale motivo decide di modificare l’assetto lasciando sulla mediana i soli Piccinni e Matera e inserendo dal primo minuto in attacco Scaringella e Croce come punte, coadiuvati sugli esterni da Lattanzio e Barisic. Dall’altra parte i campani rispondono con il 4-3-3: esordio dal primo minuto a centrocampo per Capece, mentre in attacco mister Caserta opta per il tridente composto da Berardi, Paponi e Lisi. Non convocati i difensori Gaye e Cancellotti, il centrocampista Zibert e l’esterno Sandomenico. Ecco di seguito le formazioni ufficiali. 

Dopo appena 10 minuti di gioco la Fidelis Andria passa in vantaggio: l’estremo difensore dei campani Zanotti riceve palla e nel tentativo di controllarla commette un errore, sulla pressione di Croce, che permette al giovane attaccante Scaringella di portare gli azzurri in vantaggio a porta sguarnita. Esordio con goal tra i professionisti per il classe ’95. La risposta della Juve Stabia non si lascia attendere. Al 15’ Berardi, pescato in area da un preciso cross di Crialese, impegna severamente Maurantonio, costretto a rifugiarsi in angolo. Al 21’ i campani ci riprovano con il tiro dal limite di Viola che l’estremo difensore avversario controlla senza problematiche. Sono gli ospiti a gestire in questa fase la partita con gli andriesi che si difendono e tentano di affidarsi ai contropiedi. Al 34’ l’arbitro decreta un penalty in favore delle vespe per un fallo su Paponi di Allegrini, al centro dell’area e lontano dall’azione di gioco: dal dischetto lo stesso numero 10 non sbaglia. Dopo un giro di lancette i federiciani tornano in avanti con Lattanzio che dalla distanza lascia partire un’insidiosa conclusione deviata in corner. Al 40’, tuttavia, la Juve Stabia completa la rimonta e si porta in vantaggio con il tiro di Paponi dal lato sinistro dell’area di rigore che sorprendere Maurantonio e si insacca in rete. L’ultimo pericolo della prima frazione è di marca andriese con la potente conclusione in mischia di Scaringella, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, che si spegne di poco alta sopra la traversa. Dopo due minuti di recupero l’arbitro decreta la fine del primo tempo.

Ad inizio ripresa la Fidelis Andria riesce, dopo 9 minuti di gioco, a pareggiare i conti: Curcio dalla sinistra crossa in area, sulla palla, dopo una deviazione della retroguardia avversaria, si avventa Barisic che in piena area trafigge Zanotti. Al 63’ la Juve Stabia rimane con un uomo in meno per l’espulsione di Viola, reo di aver colpito Matera. A questo punto mister Caserta decide di passare alla difesa a 3 inserendo il centrale difensivo Allievi per Crialese e togliendo l’attaccante Berardi per inserire il centrocampista Matute. Al 68’ i campani trovano il goal del 2-3 con Mastalli che approfittando di un errore della difesa azzurra con un preciso diagonale batte Maurantonio. Al 79’ anche mister Loseto, tecnico della Fidelis, opta per un cambio di modulo abbandonando il 4-2-4 per il 4-3-3 e inserendo, in particolare, Bottalico sulla mediana al posto dell’esterno Barisic. All’86’ gli azzurri pareggiano i conti con Minicucci che riceve la sfera sulla destra, si accentra e lascia partire un tiro dalla distanza che termine in rete. Finisce così il match.

Con questo punto le due compagini iniziano a muovere la classifica. La settimana prossima la Fidelis Andria non scenderà  in campo per via dello rinvio della gara contro il Siracusa. Stesso discorso per la Juve Stabia che, invece, riposerà, come da calendario.

FIDELIS ANDRIA - JUVE STABIA

FIDELIS ANDRIA (4-2-4): 1 Maurantonio; 14 Tiritiello, 4 Allegrini, 6 Rada, 21 Curcio; 8 Piccinni, 11 Matera; 7 Barisic (79' - 23 Bottalico), 13 Scaringella (91' - 2 De Giorgi), 9 Croce (69' - 16 Minicucci), 10 Lattanzio. (12 Antonacci, 22 Cilli, 3 Pipoli, 15 Cfarku, 18 Ippedico, 19 Celli, 20 Di Cosmo, 24 Paolillo). All. Loseto.

JUVE STABIA (4-3-3): 22 Zanotti; 7 Nava (79' - 3 Dentice), 4 Morero, 13 Redolfi (74' - 5 Atanasov), 14 Crialese (66' - 6 Allievi); 24 Mastalli, 8 Capece, 15 Viola; 20 Berardi (66' - 17 Matute), 10 Paponi (79' - 11 Costantini), 23 Lisi. (1 Bacci, 25 Polverino, 18 Bachini, 21 Strafezza, 27 Rosafio, 28 Calò). All. Caserta. 

Stadio: Degli Ulivi.

Arbitro: Daniele Viotti della sezione di Tivoli. 

Assistenti: Fernando Cantafio di Lamezia Terme e Gaetano Massara di Reggio Calabria. 

Indisponibili: Colella (FA), Nadarević (FA), Esposito (FA), Quinto (FA), Zibert (JS), Sandomenico (JS), Gaie (JS), Cacellotti (JS). 

Marcatori: 9' Scaringella (FA), 32' rig. Paponi (JS). 40' Paponi (JS), 54' Barisic (FA), 68' Mastalli (JS), 88' Minicucci (FA).

Ammoniti: 6' Crialese (JS), 29' Redolfi (JS), 32' Allegrini (FA), 5' Atanasov (JS). 

Espulsi: 64' Viola (FA). 

Angoli: 6 (FA) - 2 (JS).

Cambio di sistema: al 66' la Juve Stabia passa dal 4-3-3 al 3-5-1. Al 79' la Fidelis passa dal 4-2-4 al 4-3-3. 

Recupero: 2' p.t. - 5' s.t.

Spettatori: 1587 di cui 1019 abbonati per un incasso di 11.295,00 euro.

Il quadro della 1°giornata di Serie C girone C: si parte subito con tre derby.
Fidelis Andria - Juve Stabia: il migliore ed il peggiore nelle fila dei federiciani