Calciomercato

Fidelis, un mercato scrupoloso con un occhio al bilancio per una doppia salvezza

Il club azzurro ha effettuato una mini-rivoluzione, ringiovanendo notevolmente la rosa ma riuscendo comunque a mantenere una buona ossatura di squadra.

Nicola Massaro
01.02.2018 10:00

Foto Fidelis Andria

Un calciomercato oculato in cui la Fidelis Andria è riuscita nell'intento di ringiovanire e rivoluzionare in parte la squadra e di blindare alcuni giovani, attualmente tra i perni della formazione. Si è conclusa la sessione di gennaio delle contrattazioni con gli approdi degli attaccanti Cappiello, classe '97, in prestito dalla Salernitana ma già in Serie C con il Monopoli e Liguori, di proprietà del Napoli e a Cosenza nella prima parte di stagione.

La dirigenza azzurra capeggiata dal duo Antonicelli - Carlucci, oltre alle questioni prettamente tecniche, ha dovuto guardare inevitabilmente anche al bilancio. E così hanno lasciato il team un paio di elementi esperti, come il difensore 35enne Rada, principalmente per via di uno stipendio oneroso per le casse del team, e i terzini Felipe Curcio, 24enne approdato per 100mila euro al Brescia, in Serie B, e De Giorgi, classe '90 ora al Catanzaro, sempre nel girone C di Serie C. Per sostituire, tuttavia, lo stopper rumeno la società è riuscita, in ogni caso, a prelevare un elemento di spessore come Tartaglia, classe '92, ceduto al Novara a settembre 2016, in grado di posizionarsi sia sulla fascia destra che nella zona nevralgica della retroguardia e corteggiato anche dal Catania. Proprio lui andrà a coadiuvare il rinato Quinto, arretrato in difesa da play con ottimi risultati. E' rimasto, sempre in difesa, lo stopper 20enne Celli che va verso il rinnovo del contratto. Diversi i giovani prelevati sulle corsie esterne, di proprietà e non, che con l'aiuto e l'esperienza di mister Papagni potranno crescere e diventare protagonisti, come sta accadendo con l'andriese purosangue Di Cosmo, giovanissimo classe '98: stiamo parlando, chiaramente, di Lobosco, Scalera, quest'ultimo di prorpietà del Bari e Lancini, di proprietà del Brescia, rispettivamente nati nel 1996, 1998 e 1994. In mediana, invece, è approdato il 23enne Longo, una pedina in più con qualità e corsa che consentirà all'allenatore biscegliese maggiori opportunità in una zona del campo delicata e nella quale, ora, Matera sembra essere pedina fondamentale dello scacchiere in quella che inizialmente è stata la posizione di Quinto. Il sodalizio sembrava orientato a voler prelevare anche un'altra pedina in tale posizione del campo, ma alla fine è stato solo uno l'innesto. In attacco, infine, ben poco è cambiato: a Lattanzio,  Scaringella, fresco di rinnovo e Croce, penalizzato nella prima parte di stagione da un avvio difficile e richiesto nelle ultime ore di contrattazioni, è stato confermato il compito di pungere gli avversari e depositare la sfera in rete. Loro saranno coadiuvati dalla fantasia di Nadarevic e dal neo arrivato Taurino, 22enne prelevato dalla Ternana. Sempre nel reparto offensivo hanno lasciato la squadra un deludente Barisic, tornato al Catania e Minicucci, ora di proprietà del Monopoli, entrambi classe '95

In questa sessione di calciomercato, dunque, i dirigenti hanno modificato la rosa della Fidelis con criterio ed un doppio intento, sia sportivo che economico. I presupposti per arrivare ad una salvezza ci sono tutti, . Ora la parola passa al campo! 

RIEPILIGO CALCIOMERCATO FIDELIS ANDRIA:

Entrate: Lancini (d, Brescia - Prestito), Lobosco (d, Monopoli), Scalera (d, Bari - Prestito), Tartaglia (d, Novara - Prestito); Longo (c. Akragas); Cappiello (a, Salernitana - Prestito), Liguori (a, Napoli - Prestito), Taurino (a, Ternana - Prestito). 

Uscite: Curcio (d, Brescia), De Giorgi (d, rescissione consensuale - Catanzaro), Pipoli (d, rescissione consensuale), Rada (d, rescissione consensuale); Bottalifo (c, Ħamrun Spartans Football), Paolillo (c, rescissione consensuale); Barisic (a, Catania - Fine Prestito), Minicucci (a, Monopoli). 

Catania, squadra di spessore, è la 2° forza del campionato
Oggi seduta pomeridiana al Degli Ulivi: mercoledì piscina per Quinto