Primo Piano

LIVE Catania - Fidelis Andria 1-0: vittoria degli etnei. Minuti finali ancora fatali agli azzurri che si arrendono immeritatamente. Rivivi il match

Decisivo all'89' un rigore siglato da Lodi. Azzurri vicini al vantaggio nella ripresa con Miniccucci che colpisce la traversa

Nicola Massaro
23.09.2017 20:00

Foto di Pasquale Leonetti / TuttoFidelis.it

Prima sconfitta stagionale, seppur immeritata, per la Fidelis Andria che in trasferta si arrende nuovamente sul finale al Catania per 1-0. Un risultato che premia gli etnei, apparsi in difficoltà, tuttavia, nel trovare spazi durante la gara anche grazie ad un’attenta difesa azzurra. Buona partita, dall’altra parte, per i federiciani che, specialmente nel secondo tempo, hanno impensierito diverse volte gli avversari, sfiorando anche il vantaggio con il tiro di Miniccucci terminato sulla traversa, complice una deviazione dell’ex Aya.

I siciliani, guidato nell’occasione da mister Vanigli che sostituisce lo squalificato Lucarelli, si schiera in campo con il 3-5-2. Lo staff tecnico opta per la continuità e schiera la stessa formazione vista in campo sabato scorso contro la Virtus Francavilla. Unica eccezione riguarda l’attacco con Russotto al fianco di Curiale e non Di Grazia. Dall’altra parte mister Loseto, tecnico dei federiciani, sorprende tutti e posiziona i suoi a specchio rispetto agli avversari. Ai box, oltre allo stopper infortunato Colella e al play Quinto che in settimana si è operato per la riduzione di una frattura alla zigomo, anche l’esterno Nadarević, febbricitante. In difesa a completare il trio dei centrali c’è Tirtiello con gli esterni De Giorgi e Curcio che si posizionano a centrocampo. Sorpresa in avanti: dentro dal primo minuto il tandem Minicucci – Scaringella. Solo panchina per gli attaccanti Barisic, ex di turno, e Croce, entrambi non al meglio in settimana, e per Lattanzio.

La prima ghiotta occasione da goal è del Catania: al 9’ Russotto, ben imbeccato, si trova tutto solo davanti a Maurantonio e calcia, ma l’estremo difensore azzurro salva i suoi deviando in calcio d’angolo la sfera. Nell’azione successiva Bogdan devia in mischia il cross, spedendo la sfera fuori. All’11 arriva la risposta degli azzurri con Minicucci che al volo va alla conclusione sul cross di Tiritello: la sfera si spegne di poco fuori alla destra di Pisseri. Passano 5 minuti e Curcio, in un’azione in solitaria, ci prova da fuori area senza impensierire l’estremo difensore avversario che blocca senza problemi il pallone. Padroni di casa in difficoltà in fase di possesso nel creare e trovare spazi. Approccio perfetto al match, invece, da parte della Fidelis Andria che si difende ottimamente e punta sulle ripartenze. Al 25’ Russotto salta un difensore avversario e poi calcia, Maurantonio c’è e in due tempi fa sua la palla. Nei minuti che seguono il match si spegne. Termina così il primo tempo.

Ad inizio ripresa la Fidelis Andria è costretta a sostituire il difensore Allegrini acciaccato con l’attaccante Barisic: Loseto, dunque, decide di approfittarne e modificare anche l’assetto, passando dal 3-5-2 al 4-3-3. La prima ghiotta occasione della ripresa è dei padroni di casa con Marchese che dalla sinistra cerca e trova in piena area Russotto il quale devia leggermente la sfera e favorisce l’intervento di un attento Maurantonio. Al 59’ i federiciani vanno vicini al vantaggio con Minicucci che al culmine di un contropiede, in piena area, va alla conclusione ma, complice la deviazione di Aya, la sfera si stampa sulla traversa. Al 67’ anche i siciliani cambiano modulo, passando al 4-3-3: fuori Aya, Biagianti e Curiale, dentro Ripa, Mazzarani e Di Grazia. Al 72’ è ancora la compagine azzurra a farsi vedere in attacco con il tiro di Scaringella, da buona posizione, che termina sul fondo. Passano pochi minuti e gli etnei rispondono con la conclusione di Di Grazia che si spegne fuori. All’83’ Croce da fuori area lascia partire un rasoterra insidioso che sfiora il palo alla sinistra di Pisseri. A questo punto la Fidelis torna alla difesa a 3 con l’inserimento di Celli al posto di Minicucci: l’intento è quello di difendere al meglio il risultato. All’89’, però, il Catania passa in vantaggio: l’arbitro concede un penalty per un fallo in mischia di Croce su Ripa, sugli sviluppi di un calcio di punizione, e dal dischetto Lodi non sbaglia, seppur Maurantonio capisce le sue intenzioni e si tuffa proprio a destra. Nei minuti finali i siciliani si chiudono con l’inserimento di Blondett al posto di Russotto. Termina così la sfida.

Tre punti che permettono al Catania proseguire il percorso positivo, salire a quota 10 e mantenere il 2° posto. Altra beffa finale, invece, per i federiciani che rimangono a 3 punti, scendono al terzultimo posto ma martedì cercheranno subito il riscatto nella gara contro il Siracusa, valida per il recupero del 2° turno del campionato. I siciliani, invece, saranno di scena sabato prossimo in trasferta contro il Cosenza. 

CATANIA - FIDELIS ANDRIA 1-0:

CATANIA (3-5-2): 12 Pisseri; 4 Aya (66' - 29 Ripa), 5 Tedeschi, 26 Bogdan; 13 Semenzato (87' - 21 Esposito), 8 Caccetta, 10 Lodi, 27 Biagianti (66' - 32 Mazzarani), 15 Marchese; 7 Russotto (91' - 16 Blondett), 11 Curiale (66' - 23 Di Grazia). (22 Martinez, 17 Bucolo, 18 Fornito, 20 Djordjevic, 32 Mazzarani, 33 Lovric, 34 Rossetti, 35 Correia). All. Vanigli (Lucarelli squalificato). All. Vanigli (Lucarelli squalificato)

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): 1 Maurantonio; 14 Tiritiello, 4 Allegrini (47' - 7 Barisic), 6 Rada; 2 De Giorgi, 17 Esposito (85' - 23 Bottalico), 8 Piccinni (85' - 3 Pipoli), 11 Matera, 21 Curcio; 16 Minicucci (78' - 19 Celli), 13 Scaringella (78' - 9 Croce). (22 Cilli, 10 Lattanzio, 18 Ippedico, 20 Di Cosmo, 24 Paolillo). All. Loseto.

Stadio: Massimino

Arbitro: Fabio Schirru di Nichelino.

Assistenti: Ruben Liberato Angotti di Bologna e Davide Baldelli di Reggio Emilia.

Indisponibili: Colella (FA), Quinto (FA), Nadarević (FA). 

Marcatori: 87' rig. Lodi (Ca)

Ammoniti: 37' Tiritiello (FA), 60' Russotto (CA), 64' Biagianti (CA), 87' De Giorgi (FA). 

Espulsi: /

Angoli: 7 (CA) - 2 (FA).

Cambio di sistema: al 47' la Fidelis Andria passa dal 3-5-2 al 4-3-3. Al 67' il Catania passa dal 3-5-2 al 4-3-3. Al 91' il Catania torna al 3-5-2. 

Recupero: 0' p.t. - 

Spettatori: N.C.

Prima Categoria: sarà subito derby in Coppa Puglia tra Nuova e Virtus Andria
Catania - Fidelis Andria: il migliore ed il peggiore nelle fila dei federiciani