Interviste

Fidelis, mister Loseto: "Con la Reggina gara ardua. La fiducia del presidente? Mi fa piacere e mi conforta anche..."

La squadra in settimana ha trascorso maggior tempo assieme per cementarsi maggiormente.

Nicola Massaro
14.10.2017 11:00

Foto di Pasquale Leonetti / TuttoFidelis.it

Un match importante. La Fidelis Andria è alla ricerca della prima vittoria stagionale. La squadra azzurra, quest'oggi, affronterà in trasferta al Granillo la Reggina. Un match nel quale il team, attualmente 15° in graduatoria a 6 punti, cercherà di portare a casa il primo successo stagionale in campionato: "In questa trasferta dovremo avere personalità e coraggio per poterci esprimere al meglio in un campo ostico - ha affermato Valeriano Loseto, tecnico dei federiciani -. I ragazzi hanno iniziato la settimana con grande determinazione e sacrificio. Abbiamo anche trascorso qualche ora in più assieme, in modo tale da cementare ulteriormente, se ce ne fosse bisogno, questo gruppo eccezionale. La squadra, in questo avvio di campionato, ha mostrato ovunque un buon calcio, creando diverse palle goal ma non concretizzando. Ora dovremo essere maggiormente incisivi per cercare di potare a casa il massimo punteggio. Loro credo che proveranno a condurre questo match. Noi, in ogni caso, non dovremo avere paura di attaccare nel momento in cui ci sarà tale possibilità". 

In settimana il tecnico barese è stato blindato dal presidente Paolo Montemurro. Sicuramente un'iniezione di fiducia: "Mi fa indubbiamente piacere. Ciò che mi conforta di più, però, è la stima da parte di un gruppo che ha dimostrato - ha concluso Loseto -. di seguire le idee di gioco che propongo". 

LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DELL'ARTICOLO È CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DI TUTTOFIDELIS.IT E DELL'AUTORE DELL'ARTICOLO COME FONTE, IN BASE ALLA LEGGE N. 633/1941 SUL DIRITTO D'AUTORE. 

Reggina, mister Maurizi: "Affronteremo una Fidelis che non propone gioco. In palio tre punti importanti"
Fidelis, oggi doppia seduta. Alla ripresa a parte a parte gli attaccanti Croce e Nadarevic