Altre società e Calcio a 5

La Virtus Andria supera la Nuova Andria: 1-4 il risultato finale

Entrambe le formazioni sono in lotta per la zona play-off.

Redazione
21.02.2018 16:00

Una battaglia sotto tutti i punti di vista quella disputata al Centro Sportivo "Fidelis" tra Nuova Andria Calcio e Virtus Andria. Il derby termina 1-4 per la formazione "ospite". Partita che tiene il pubblico presente (numero notevole nonostante le difficoltà per raggiungere il campo) col fiato sospeso per più di un'ora. Nel primo tempo la Virtus ne segna due con D'Ambrosio e Troia A., ma Loconte D. accorcia dal dischetto prima del riposo. Nella ripresa la Nuova Andria Calcio cerca il pareggio, ma la Virtus non si fa sorprendere. Il match cambia alla mezz'ora del secondo tempo con il secondo giallo di Pasculli che costa l'espulsione e il conseguente tiro su punizione dal limite di Loconte F. che trafigge Zingaro. La Virtus sigla il quarto gol allo scadere.

Partita combattuta sin da subito con le squadre pronte a pungersi in ogni momento. La rete del vantaggio Virtus arriva al 12' con D'Ambrosio (già a segno all'andata) che trova la rete sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La Nuova Andria Calcio reagisce subito con due incursioni in area avversaria pericolose, ma senza mai arrivare alla conclusione. Al 24' Tesse prova la girata di testa su un calcio di punizione di Civita, ma la sfera termina a lato. Due minuti più tardi la Virtus trova il raddoppio con Troia A. abile a ribadire in rete un tiro respinto dalla traversa, e anche questa volta sugli sviluppi di un calcio da fermo. I ragazzi di mister Sinisi non ci stanno e provano a spingere. Al 35', e poi al 37', Loconte D. ci prova prima da fuori, e poi con un calcio di punizione, ma la palla termina fuori di non molto in entrambi i casi. La Nuova Andria Calcio effettua subito i primi cambi e passa al 4-3-3. I risultati si vedono sin da subito: al 41' Amorese viene atterrato in area da Simone in uscita, è calcio di rigore. Sempre Loconte D. si incarica della battuta e anche questa volta non sbaglia: 1-2 e partita riaperta dal mediano andriese (6° gol in campionato). Nel recupero D'Ambrosio conclude dall'interno dell'area ma Zingaro è attento e mette in angolo. Si torna negli spogliatoi.

Nella ripresa al 6' parte bene la Virtus con Gomez che di testa manca di poco lo specchio della porta. Girandola di cambi per entrambe le formazioni che non cambiano l'equilibrio stabilito in campo, tra la Nuova Andria Calcio alla ricerca del pareggio e la Virtus che prova a gestire per poi provare a chiudere i conti. Al 26' Loconte F. ci prova di testa da buona posizione, ma Zingaro esalta i suoi riflessi e para. Alla mezz'ora, poi, l'episodio che cambia la partita: Pasculli ferma al limite dell'area Conversano. Per l'arbitro è nuovamente ammonizione all'indirizzo del capitano andriese, costretto a lasciare il campo. Loconte F. trasforma la punizione e sigla la rete dell'1-3. La Nuova Andria Calcio, rimasta in 10 uomini, prova un acuto d'orgoglio, ma i ragazzi di Cavaliere amministrano bene e chiudono i conti nel recupero con la quarta rete di Loconte F., doppietta per lui. Triplice fischio e risultato finale 1-4.

La Nuova Andria Calcio viene superata in classifica dalla Virtus, distante comunque soli 2 punti. La lotta per la zona playoff resta viva. 

Fidelis, parla capitan Piccinni: "Le prossime partite come delle finali"
Fidelis Andria - Paganese: all'andata... vinse la noia